Chi siamo

  1. Istituzione
    • È costituita l’associazione nazionale FORUM DELLE ASSOCIAZIONI SOCIO-SANITARIE, di seguito indicata brevemente come Forum. L’Associazione riunisce fedeli laici in rappresentanza di associazioni ed enti socio-sanitari.
    • Si considerano socio-sanitarie, quelle associazioni ed enti che hanno nel loro statuto, o tra le finalità qualificanti, la tutela della vita e la promozione della salute.
    • Il Forum opera per il raggiungimento delle finalità di cui all’art. 2, nel rispetto dell’identità e dell’autonomia dei Soci, valorizzandone la specificità.
    • Il Forum è apartitico e non persegue fini di lucro.
    • La sua sede legale è a Roma e può essere trasferita con delibera dell’Assemblea dei Soci.

 

  1. Finalità
    • Sono finalità proprie del Forum la promozione ed il sostegno:
      1. della vita dal concepimento al suo termine naturale e della salute nel rispetto della persona umana alla luce dei documenti del magistero della Chiesa cattolica.
      2. della riflessione etica nell’ambito della salute e del benessere, ispirandosi ad una antropologia cristiana e a una bioetica personalistica.
      3. di politiche socio-sanitarie per la salute e per il benessere, che siano rispettose della persona, del suo sviluppo umano integrale e delle sue relazioni familiari.
      4. di una cultura della prevenzione in ambito socio-sanitario.
      5. dello sviluppo sociale e del contrasto alla povertà e alle discriminazioni che impediscono l’accesso alle cure.
      6. del dialogo e del confronto con altri organismi che perseguono analoghe finalità.

 

  1. Obiettivi e attività
    • Il Forum promuove le relazioni tra i propri Soci e ne coordina le azioni di comune interesse, sulla base degli indirizzi programmatici deliberati dall’Assemblea dei Soci.
    • Il Forum condivide le finalità dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute della Conferenza Episcopale Italiana e offre la sua disponibilità alla collaborazione.
    • A tal fine, il Forum svolge le seguenti attività:
      1. interloquisce con le istituzioni nazionali e sovranazionali, in materia di politiche della salute;
      2. coopera con organismi aventi finalità analoghe;
      3. segnala situazioni e azioni inadeguate e/o contrarie al rispetto della persona;
      4. assume iniziative d’intervento culturale, azione sociale e proposta politica a promozione e tutela della vita e della salute; può svolgere attività editoriale, svolgere ricerche e studi sulla trasformazione della società ed altre attività di formazione dei diversi soggetti, tra cui, a titolo non esclusivo e come attività non prevalente, può assumere l’impegno per la formazione continua in sanità, in funzione di una più adeguata partecipazione attiva alla vita della società, nonché assumere ogni tipo di iniziativa considerata valida ed efficace per il perseguimento dei fini statutari;
      5. nel rispetto del principio di sussidiarietà, eroga servizi a favore dei Soci e promuove i Forum regionali, al fine del miglior raggiungimento delle finalità di cui all’art. 2 del presente Statuto.

 

  1. Associazioni e organismi aderenti
    • Possono aderire come Soci i rappresentanti delle associazioni e degli enti che svolgono attività di interesse nazionale o sovranazionale, come definite nell’art. 1.2 del presente Statuto.
    • Si aderisce al Forum sottoscrivendo lo Statuto, previa domanda che deve essere accolta dall’Assemblea dei Soci con la maggioranza qualificata dei due terzi degli aventi diritto.
    • Possono aderire al Forum, come Osservatori, partecipando alle Assemblee senza diritto di voto e di elettorato attivo e passivo, i rappresentanti delle associazioni e degli enti che, pur rispondendo alle caratteristiche indicate ai punti 1.2 e 4.1, e condividendone le finalità, non possono aderire come soci, ma desiderano mantenere un rapporto stabile e continuativo e collaborare alle iniziative di comune interesse.
    • Possono aderire al Forum come Osservatori, partecipando alle Assemblee senza diritto di voto e di elettorato attivo e passivo, i rappresentanti delle associazioni e degli enti che, non rispondendo alle caratteristiche indicate ai punti 1.2 e 4.1, ma condividendone le finalità, non possono aderire come soci, ma desiderano mantenere un rapporto stabile e continuativo e collaborare alle iniziative di comune interesse.
    • La qualifica di Osservatore si ottiene con delibera del Consiglio Direttivo.
    • La qualifica di Socio o di Osservatore si perde per dimissioni o delibera di decadenza da parte dell’Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Probiviri.